Un passaggio dell’intervento di Renzo Rocca e Giorgio Stendoro sul tema della depressione nella pubblicazione “Il Coraggio di Guarire”

L’indagine psicoterapeutica con la Metodologia con la Procedura Immaginativa rappresenta, nella sua attività di processo riflessivo, un valido aiuto per ritrovare in un tempo breve, e nel rispetto della dignità umana, il diario che il depresso porta quotidianamente con sé. Con questo progetto allargato, il paziente prende coscienza, attraverso l’immaginario che lo abbraccia e lo comprende nelle sue immagini, come la sua idealizzazione depressiva lo allontani sempre di più dalle dinamiche vitali indispensabili per la sua stabilità fisica e psichica. … La Procedura Immaginativa, nel suo valore pratico, non organizza una lotta disperata, per far accettare alla persona con rassegnazione il destino depressivo, ne una fuga dalla realtà dei propri vissuti attraverso consolatorie illusioni. Ma si posiziona come autentico centro di coscienza, dove la persona può afferrare l’approvvigionamento energetico fornito dall’inconscio, valido per superare in chiave simbolica la morte psicologica. L’aiuto psicologico cerca di lavorare con l’inconscio – eterno dispensatore di prerogative umane quali la bellezza, la meraviglia, l’amore….” (R.Rocca- G. Stendoro, 2014*)

*Il Coraggio di Guarire – Come superare i momenti di crisi, AA.VV, Editrice Novalis, 2014.

Il coraggio di guarire